.
Annunci online

 
ComuniCalo 
Comunicazioni Politica Cronaca Società Cultura Eraclea News Curiosità
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  www.comunicalo.it
  cerca


 

Diario | Politica | Comunicazioni | Società | Cultura | Eraclea News | Cronaca | Internet | Libri | Mafia e Antimafia | Cattolicesi nel mondo | Le mie elezioni | SPECIALE Cattolica Eraclea | I MIEI MONDIALI 2006 | Luoghi da visitare | Il RELITTO di Eraclea Minoa | Storia | Polisportiva HERACLEA | ComuniC@loTG |
 
Diario
1visite.

24 agosto 2007

Un padre e i suoi quattro figli denunciati per lesioni aggravate, minacce, ingiurie e rissa in luogo pubblico


CATTOLICA ERACLEA. (*cagi*) Un padre e i suoi quattro figli sono stati denunciati, a vario titolo, per lesioni aggravate, minacce, ingiurie e rissa in luogo pubblico. I fatti sono avvenuti il 5 agosto scorso, intorno alle 23:30, in una affollatissima piazza Roma, nei pressi della chiesa del Purgatorio, teatro di una maxi rissa scoppiata, secondo gli inquirenti, per futili motivi. Secondo la ricostruzione dei carabinieri, i tre fratelli C. C. di 23 anni, S. C. di 25 anni, e V. C. di 22 anni, si sarebbero resi autori di un’aggressione ai danni del manovale D. S., 30 anni, durante la quale è stata colpita all’addome anche la moglie, M. B., 22 anni, all’epoca dei fatti al nono mese di gravidanza. Per la ragazza un dente rotto e una prognosi riservata di 10 giorni, per il marito, D. S., varie lesioni sul corpo, anche lui comunque è stato denunciato all’autorità giudiziaria per rissa in luogo pubblico. All’indomani dei fatti, invece, secondo la ricostruzione dei carabinieri, il padre e il fratello maggiore dei tre presunti aggressori (rispettivamente G. C. di 56 anni e G. C. di 26 anni), avrebbero minacciato il manovale D. S., così anche per loro è scattata la denuncia per minacce. In un primo momento, dunque, gli autori dell’aggressione erano rimasti ignoti perché nessuno aveva avvertito le forze dell’ordine durante la rissa, ma successivamente, in seguito a denunce sporte dalle parti lese e ad indagini dei carabinieri, sarebbero stati identificati. Un prezioso contributo alle indagini sarebbe stato dato anche dai numerosi testimoni che sono stati ascoltati dagli inquirenti. Così, dopo due settimane di indagini dei carabinieri della locale stazione, al comando del maresciallo Pompeo Chirico, è scattata la denuncia nei  confronti di un padre e i suoi quattro figli che adesso dovranno rispondere  alla Procura della Repubblica di Agrigento, a vario titolo, di lesioni aggravate, minacce, ingiurie e rissa in luogo pubblico.

  

 

 




permalink | inviato da ComuniCalo il 24/8/2007 alle 19:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa
sfoglia
luglio        settembre